Tag

, , , , , , , , , ,

Referenze in corpo 8

 

Attraverso la selva
dei confronta, degli ibidem, dei vedi,
delle interpolazioni, degli indici analitici,
dei corsivi che levano nebbie alludenti,
delle indebite appropriazioni
di anteriore bellezza
sanate dalle doppie virgolette
che addensano di numeri l’impasto dei paragrafi
e in calce l’occhialuta debolezza della vista
rimandano
lungo le invalicabile distanze
dei saggi critici
fuggono i malfattori e si nascondono, e la vita
non è mai stata così breve, e il tempo
manca, e bisogna far presto
a dire tutto.

(Gianfranco Ciabatti, Referenze in corpo 8,

in id. Niente di personale, Sansoni, Firenze, 1989)

*

Natura naturans

 

Affiorano da incerte sinopie
da arcane trame di scrittura
fantasmi di cavalli allo sbando
in crisi epocale d’identità.
Sprovveduti o sapienti che siano
puledri o giumente che sembrino
vuoi per gioco o per svolta culturale
tutti entrano in campo, decisi
ad assumere un’immagine nuova
a dare inizio alla loro evoluzione.
Conversano guardando allo specchio
come sto con questo collo di cigno?
niente male, ma non vedo l’orecchio,
che ti pare del collo di giraffa?
mah, ci vorrebbe una gualdrappa,
e il prêt-a-porter di cavalluccio marino?
è moda che dura un mattino.
Ma allora…? raggiungerò mai
La mia autentica equinità?
Pazienza amico, siamo ancora alle prove
a sentir Darwin passano interi evi
per arrivare dove tu volevi:
nei Grandi Archivi questa è solo una posa
una scheda, però virtuale
parola di Baruch, dico Spinosa.

(Luciano Erba, Natura naturans,

in id. Nella terra di mezzo, Mondadori, Milano, 2000)

*